Lago di Garda, le glorie del lago più grande d’Italia

Lago di Garda

E’ il lago più grande d’Italia, e se state leggendo questo post è perchè pensate che questo lago merita di essereo conosciuto. Incominciamo nel dirvi che il momento migliore per visitare questo incantevole e meraviglioso lago è la primavera.

Nel 1921 Ezra Pound scrisse a James Joyce mentre era sospesa su un albergo che ancora oggi si affaccia sul porto di Sirmione sul Lago di Garda:

“Caro Joyce, mi piacerebbe trascorrere una settimana qui con te, questa vista incantevole merita il mio viaggio”.

La città di Sirmione

Sirmione, è caratterizzata da strade lastricate, dal suo castello del 13° secolo e, soprattutto, dalla villa romana in rovina che si trova sulla punta del promontorio. Le Grotte di Catullo che non sono una grotta, ma questo è il nome che i primi esploratori veneziani gli diedero quando giunsero su quello che pensavano fossero grotte naturali nel fitto sottobosco, non rendendosi conto di aver inciampato su un vasto tesoro, il sito romano più importante del nord Italia.

Poco prima di morire a Parigi nel 1977, Maria Callas ha detto a un amico di quanto le mancava Sirmione – nel corso degli anni si ritirò regolarmente nella sua villa sul lago per fuggire dallo stress della ribalta.

Oltre ai soliti negozi che vendono gingilli, Sirmione ha bagni termali e un centro benessere con acque termali e trattamenti. Si può visitare in primavera o fine estate; in alta stagione il centro della città è inghiottito dai turisti.

Il lato nord è bordato di montagne frastagliate – il dell’Altogarda, che un tempo formava un confine tra Italia e Austria, e dove oggi viene praticato windsurf, parapendio, passeggiate in montagna e l’arrampicata.

I punti più settentrionali, Riva e Torbole, hanno incantato Goethe, che ha chiamato la vista “un prezioso spettacolo”.

Gli scrittori hanno cantato le lodi di Garda nel corso dei secoli. A metà strada, a Gargnano, DH Lawrence e Frieda hanno vissuto per diversi mesi – una lapide in marmo identifica la casa.

Lawrence ha scritto,

“le montagne sono di colore blu scuro … il cielo brilla … la luce brucia d’oro”.

Come il lago si allarga, cambia carattere, con colori mediterranei spiagge di ghiaia e porti pittoreschi, un paesaggio con abeti e pini che lasciano il posto a ulivi e limoni.

Lawrence scrisse del “profumo squisito di fiori di limone”, e descrisse le antica limonaie – enormi serre con tavole a tetto rimovibile per proteggere gli alberi in inverno.
Le acque blu sono circondate da pendii di vigneti nel bacino inferiore, la specialità locale – Bardolino – è una miscela di corvina, rondinella, molinara e sangiovese.

Ci sono i turisti che passano di vigna in vigna, godendo dele degustazioni, ignorando felicemente le associazioni letterarie e le piccole barche a vela che virano all’orizzonte.

Il trucco per ottenere il meglio da una visita a Garda è quello di trovare una base congeniale e trascorrere giornate piacevoli esplorare il lago, individuando ciò che ogni piccola città ha da offrire.

Ogni piccolo paese porta a tante scoperte: una chiesa ricca di affreschi rinascimentali, antiche mura, un giardino botanico, un lungomare fiorito, un impianto di risalita e, naturalmente, il vino rosso locale.

Notizie Essenziali

Verona, Milano e Brescia sono per la parte meridionale del lago di Garda con gli aeroporti più vicini – easyjet.com e ryanair.com sono i voli più economci. Ci sono collegamenti ferroviari o autobus per il lago (ad esempio, i treni da Verona a Desenzano passano ogni mezz’ora, e il viaggio dura circa 40 minuti). Traghetti e aliscafi sono molto frequenti nelle città del lago; chioschi di informazioni/biglietti si possono trovare presso tutti i moli. Le barche più veloci costano di più. Vi consigliamo di prendete un calendario e pianificate gli itinerari con gli orari dei traghetti.

Gli autobus locali collegano le città, parliamo di mezzi che vi porteranno per itinerari panoramici molto più economici dei traghetti, anche se in in alta stagione il traffico può essere imbarazzante.

Alcuni dei giardini di limoni del Garda possono essere visitati. Il castello dell Torri del Benaco ospita al suo interno una limonaia di 300 anni fà. Nel mese di giugno, a Bardolino si tiene la festa del vino e a Malcesine una sagra del pesce.

Verificare la presenza di ulteriori informazioni con gli uffici turistici locali.